• Home
  • Iniziative
  • Iniziative recenti (2018-2023)

Refrancore - 14/04/2024 - Alla vita, le chaym

locandina carmi refrancore correttaalla vita, le chaym

I gusti d Refrancore e i perseguitati dalle leggi razziali nazifasciste

Domenica 14 aprile 2024
alle ore 16:30
presso i locali della biblioteca comunale
via Cavour, 10 - Refrancore

Presentazione del libro
ALLA VITA, LE CHAYM

Un racconto autobiografico tra storia e memoria, scritto da Bruno Carmi che ne parlerà con Nicoletta Fasano, direttrice ISRAT

Canelli - 05/04/2024 - "Giacomo Matteotti - L'Italia migliore"

matteotti canelliVenerdì 5 aprile 2024 ore 21 - Canelli
Biblioteca G. Monticone, via G.B. Giuliani 29

Federico FORNARO
Giacomo Matteotti - L'Italia migliore
Bollati Boringhieri

L'autore dialogherà con Mario RENOSIO

Modera Giuseppe BALDINO

Ingresso libero
con il patrocinio del Comune di Canelli

Vinchio - 14/04/2024 - Passeggiata resistente

locandina Vinchio 14.4.24 corretta page 0001Domenica 14 aprile 2024 - Vinchio

1944-2024: 80 anni dalla Resistenza contadina
1984-2024: Davide Lajolo Ulisse 40 anni dopo

I RAGAZZI PARTIGIANI
PASSEGGIATA RESISTENTE

Ore 15.00 Ritrovo in piazza del Municipio Visita al Museo di Davide Lajolo Vinchio è il mio nido e alla Casa della Resistenza e della Deportazione
Al monumento ai partigiani Giulio Ghignone legge un ricordo dei ragazzi fucilati a Melle l'1.4.1944 e di Vittorio Benzi, morto a Mauthausen

Ore 15.45 Partenza della passeggiata lungo l’Itinerario letterario di Davide Lajolo
I bricchi del barbera, tra le vigne patrimonio dell’Umanità UNESCO

Ore 16.15 Bricco di S. Michele: I ragazzi partigiani
Letture di Ileana Spalla e Claudia Selvetti
Ballate di Daniele Dal Colle con Annalisa Franco testi tratti da "A conquistare la rossa primavera" di Davide Lajolo e da documenti partigiani

Degustazione dei vini del produttore Severo Laiolo

Ore 18.00 Frazione di Noche, Area della Resistenza
Ileana Spalla legge Nella tana da "A conquistare la rossa primavera" di Davide Lajolo

Ore 18.30 Degustazione dei vini dei produttori Laiolo Reginin, Brevi Pendii,
Tenuta Bricco di S. Giorgio
presso il Circolo ACLI di Noche

La partecipazione è gratuita
Le tappe della passeggiata possono essere raggiunte in auto
per info: www.davidelajolo.it; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; www.casamemoriavinchio.it; www.israt.it
WhatsApp: 3487336160

Costigliole d'Asti - 07/04/2024 - Passeggiata resistente

locandina Bricossino page 0001Domenica 7 aprile 2024 - Costigliole d'Asti

PASSEGGIATA RESISTENTE
Costigliole e la battaglia del Briccossino
26-28 marzo 1944

Programma:
Ore 15.00 Ritrovo in piazza Umberto I
Ore 15.15 Commemorazione della Repubblica partigiana dell'Alto Monferrato nell'80° anniversario dell'esperienza di autogoverno democratico
Ore 15.30 Partenza della passeggiata

Itinerario:
- Località Tiri, il Bersaglio
- Briccossino
- Burio
- Valcioccaro
- Crena
- Madonnina
- San Michele
Lunghezza totale: 10 km circa

Lungo il percorso brevi letture di testimonianze partigiane


Partecipazione libera e gratuita

Refrancore - 20/03/2024 - "Liberi di parlare, vedere e sentire"

locandina mafiaIn occasione della XXIX giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie...

LIBERI DI PARLARE, VEDERE E SENTIRE

20 marzo 2024 presso il Cortile delle Scuole di Refrancore

ore 17: apertura della mostra

ore 17:30: spettacolo teatrale in ricordo delle vittime della mafia

Rinfresco finale

San Damiano d'Asti - 06/03/2024 - Documentario "VENIRE AL MONDO: Le levatrici nel ‘900 un mestiere di donne"

Locandina VENIRE AL MONDO 2 In occasione della Giornata Internazionale della Donna, il Comune di San Damiano e l'Israt organizzano presso la Sala Consigliare del   Comune, il giorno mercoledì 6 marzo 2024 alle ore 21,00, la proiezione del documentario Venire al mondo: le levatrici del '900. Un mestiere di donne. Seguirà Magna Jeta, la  levatrice di Cisterna, un racconto di Tiziana Mo.

 VENIRE AL MONDO  le levatrici nel ‘900 un mestiere di donne

un film di Remo Schellino

 Sono molti i riti e le consuetudini che ruotano intorno alla culla, alla casa, alla bara. Sono le sedi dove sorge, si agita e ricade nella natura la  vita di noi tutti. Tutto nasce, tutto si muove. E’ la sola legge naturale che governa gli esseri, dal principio misterioso del “venire al mondo”, all’inquietante mistero della dissoluzione di “andare all’altro mondo”. La nascita è l’ingresso nella vita. Il corpo femminile è come la terra seminata dall’uomo e fecondata dal sole. E’ il sole che dà la vita al grano che viene seminato ad ottobre , rimane sotto la neve nei mesi invernali per poi germogliare in primavera e infine maturare a giugno per la mietitura. Un ciclo di nove mesi come la gestazione di un bambino. E qui che si inserisce il compito della levatrice, donne capace  di levare ed elevare il neonato dal corpo della donna. La ciclicità data da un cerchio che si chiude e un altro, il grembo materno, che si apre a un nuovo percorso di vita. Il film “Venire al mondo” fa parte di una trilogia : nascere, vivere e morire. Tradizionale mestiere femminile era la levatrice, frutto di una cultura secolare, dell’esperienza diretta di donna  nella civiltà contadina, poiché aiutava a dare la vita, godeva di un grande prestigio e di una grande autorità. Era testimone del succedersi delle generazioni, garantiva l’identità di ognuno, entrava nelle famiglie ed era testimone della loro discendenza. Quello della levatrice era un mestiere sicuramente considerato importante. Per questo motivo l’idea è di raccontare, dalla voce delle protagoniste di un tempo, il mestiere di ostetrica ma. L’idea di realizzare un documentario incentrato su testimonianze femminili nasce dalla consapevolezza di un vuoto. Poco è stato raccontato di questo mondo femminile soprattutto nel delicato momento di passaggio tra guerra e dopoguerra in cui con fatica la vita sociale ed economica inizia un lento cammino.

https://www.remoschellino.it/index.php

Iniziative ISRAT per la Giornata della Memoria 2024

- clicca sulle date degli eventi per consultare le locandine -

Anche quest'anno il calendario delle iniziative organizzate dall'Israt insieme a molti comuni del territorio astigiano e a vari enti ed associazioni è molto fitto.

Si comincia il 25 gennaio, alle ore 18,00 al Foro Boario di Nizza Monferrato con gli studenti della scuola media “Dalla Chiesa” che hanno progettato ed organizzato insieme ai loro insegnanti Quattro passi nella memoria, un'occasione per riflettere, attraverso la storia e la memoria, sull'oggi.

Il 26 gennaio, alle ore 21 a Castello d'Annone, presso il Salone Comunale, una serata con i ragazzi delle scuole Per non dimenticare. Mentre nel Cantinone del Castello di Settime, alle ore 21, si terrà il recital di e con Mishkalé dal titolo Terezin, si va in scena.

Il 27 gennaio, alle ore 17, con la Biblioteca Astense “G. Faletti” verrà presentato il libro di Nicoletta Fasano, Se tutto il mare di questa terra fosse inchiostro... che ricostruisce, attraverso documenti, testimonianze e memorie molte delle quali poco conosciute o inedite, le deportazioni degli internati militari, degli antifascisti e degli ebrei dal nostro territorio. Il libro verrà presentato anche alla Biblioteca Monticone di Canelli domenica 28 gennaio alle ore 17 e alla sera, alle ore 21 a Villanova alla Confraternita dei Batù. Lunedì 29 gennaio, alle ore 18, Silvano Valsania presenterà on line il libro, nell'iniziativa organizzata dal Polo Cittattiva per l'Astigiano e l'Albese, dal Museo Arti e Mestieri di Cisterna e dall'Istituto Comprensivo di San Damiano d'Asti.

Sempre il 27 gennaio, alle ore 21, la Proloco e il gruppo Alpini di Castiglione dedicano la serata ai lavori prodotti dai ragazzi delle scuole medie astigiane in occasione del concorso dedicato ad Enrica Jona, organizzato dal Comune di Asti, Assessorato all'Istruzione. Tullia Jona, Nicoletta Fasano con l'aiuto di alcuni degli studenti partecipanti al concorso ripercorreranno la storia della comunità ebraica astigiana fino alla Shoah,

Il 28 gennaio, alle ore 17, verrà proposto lo spettacolo di grande successo Guido suonava il violino per la regia di Patrizia Camatel, con Elena Formantici, presso la Confraternita dei Battuti di San Martino Alfieri (ingresso libero). E' un monologo teatrale tutto al femminile: un vecchio violino entra prepotentemente nella quotidianità di una donna, ricercatrice di professione, costringendola ad abbandonare il suo rassicurante, scientifico metodo di indagine e chiedendole di dedicarsi, anima e cuore, alla ricostruzione di una storia da salvare dall’oblio. E' la storia di una famiglia ebrea sfollata ad Asti al tempo delle leggi razziali e della guerra, con gli immancabili risvolti di sradicamento, discriminazione, deportazione.

Il 1 febbraio, alle ore 21 saranno gli studenti del Cpia di Asti a celebrare la Giornata della memoria con le loro riflessioni, le loro letture, la loro musica per dire no al razzismo, al linguaggio d'odio, ai meccanismi che trasformano l'altro in un nemico.

Concluderà le iniziative dedicate alla Giornata della Memoria il Circolo San Fedele di Asti che organizzerà, per sabato 3 febbraio alle ore 21, una serata per non dimenticare, per riflettere e per dare un calcio al razzismo e all'odio.

Servizio civile

Volantino pubblicità SCUL'Israt aderisce al progetto di Servizio Civile Universale 2024, con il Comune di Asti come ente capofila.

Il progetto proposto dal nostro Istituto per l’anno 2024-2025 si intitola "Cultura Connessa".

Il Servizio civile universale è aperto a ragazze e ragazzi tra i 18 e 29 anni non compiuti.

E’ possibile presentare domanda di partecipazione fino alle ore 14.00 di giovedì 15 febbraio 2024.

Informazioni sulle modalità di presentazione delle domande sono reperibili sul sito istituzionale del Comune di Asti, all’indirizzo: https://asti.etrasparenza2.it/index.php?id_oggetto=16&nome=procedimenti&id_cat=0&id_doc=24020&id_sez_ori=22&template_ori=1

Auguri di Buone Feste

Giulia classe 5 Scuola R.Solito CalamandranaAuguri a tutti buone feste ed un sereno 2024 di pace

L'Israt rimarrà chiuso al pubblico dal 27 dicembre al 5 gennaio 2024.

Rocca d'Arazzo - 2/12/2023 - "La guerra tra le case"

rocca darazzoSabato 2 dicembre 2023
ore 17:30
Municipio di Rocca d'Arazzo
Piazza Marconi 8

La guerra tra le case

Commemorazione della Repubblica Partigiana dell'Alto Monferrato e del rastrellamento del 2 dicembre 1944

interviene MARIO RENOSIO
VicePresidente dell'Anpi già direttore dell'ISRAT