Sei qui: Home
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

IMG 20170928 WA0006Venerdì 20 ottobre 2017, ore 21

Castello di Cisterna d'Asti, Via Hope 1 - Cisterrna d'Asti

Presentazione del libro di Gianni Oliva

"Combattere, dagli Arditi ai Maro', storia dei corpi speciali italiani"

 

Introduce il giornalista Renato Romagnoli

 

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 03 Ottobre 2017 18:01 )
 

fine servizio civile

Un cammino durato un anno. Un'amicizia che si è consolidata, una crescita per tutti (prima di tutto per noi).

Un'esperienza umana che non dimenticheremo.

Grazie a Francesco e a Werther!

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 10 Ottobre 2017 20:01 )
 

wikipedia logo 1

Corso di formazione e coprogettazione didattica:

(ottobre-dicembre 2017; gennaio-maggio 2018)

L’Istoreto (Istituto Storico di Torino), nell’ambito del progetto integrato di didattica del Polo del ‘900, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e Wikimedia Italia, propone per l’anno scolastico 2017-2018, Il corso di formazione: La palestra della storia pubblica: Leggere Wikipedia. Scrivere Wikipedia, rivolto a docenti di scuola media superiore e inferiore.

Il corso è realizzato insieme agli altri enti partner del Polo del ‘900 per l’area di Torino e con la rete degli Istituti piemontesi di storia della Resistenza per il resto del territorio regionale.





il corso si propone i seguenti obiettivi:

  • Comprendere la complessità della comunicazione storica in ambito digitale.
  • Sviluppare un approccio critico e consapevole all’uso dell’enciclopedia on line Wikipedia, nello specifico per quel che riguarda le voci di storia contemporanea.
  • Sviluppare una competenza digitale estesa alla conoscenza delle regole di funzionamento e di scrittura dell’enciclopedia on-line.
  • Realizzare un laboratorio di storia guidato dal docente partecipante al corso ed esteso ai suoi studenti per produrre una voce di storia contemporanea da pubblicare su Wikipedia.

Per realizzare questi obiettivi, l’Istoreto propone un approccio teorico-pratico che ha al suo centro la scelta di una voce da scrivere o integrare su Wikipedia riguardante persone, luoghi ed eventi collegati alla storia novecentesca, con un particolare focus sul territorio e la storia locale.

IL CORSO SI ARTICOLA SU TRE EDIZIONI E SI SVOLGE IN TRE SEDI: TORINO, NOVARA, ALESSANDRIA

Il corso prevede tre incontri di formazione (ottobre-dicembre 2017). Una fase di tutoraggio per i docenti e le classi (gennaio-aprile 2018). Una maratona di scrittura a conclusione del progetto (maggio 2018).

Il corso sarà caricato sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR http://sofia.istruzione.it/ ed è richiesto il pagamento di euro 70,00 anche attraverso la Carta del Docente.

La presenza al corso sarà certificata ai docenti partecipanti attraverso la piattaforma S.O.F.I.A.

Ulteriori dettagli e la relativa modulistica sono inoltre reperibili sul sito istituzionale dell'Istoreto www.istoreto.it

Info e Modulistica

Ultimo aggiornamento ( Sabato 30 Settembre 2017 16:24 )
 

Logo Consiglio regionale Piemonte

Il Progetto di Storia contemporanea è riservato agli Istituti d'Istruzione Secondaria di II grado del Piemonte ed agli Enti di Formazione Professionale accreditati dalla Regione Piemonte.

 

 


Si ricorda che il primo appuntamento è la giornata formativa per insegnanti che si terrà mercoledì 18 ottobre 2017, alle ore 14,30, presso l'Aula del Consiglio regionale in via Alfieri 15 a Torino.

Per iscriversi bisogna compilare l'allegato B e inviarlo agli uffici della Segreteria del Comitato Resistenza e Costituzione entro il 16 ottobre.

Le tre tracce di quest'anno propongono i temi sul Settantesimo anniversario della Costituzione Italiana, La Guerra di Spagna, e Don Milani.

Per partecipare al progetto occorre effettuare l’iscrizione, utilizzando la seguente modulistica, inviandola entro e non oltre mercoledì 15 novembre 2017 alla segreteria del Comitato Resistenza e Costituzione via fax (011/5757365) o per e-mail.

Bando e Modulistica

Il bando e la modulistica completa sono, inoltre, reperibili sul sito internet del Consiglio regionale del Piemonte www.cr.piemonte.it/storia 

La Segreteria del Comitato Resistenza e Costituzione è a disposizione per qualunque chiarimento.

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 21 Settembre 2017 11:33 )
 

ISRAT

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 15 Aprile 2016 10:40 )
 

Le testimonianze di chi ha vissuto a diretto contatto con il Tanaro dall'inizio del secolo agli Anni Sessanta. È un periodo di grandi cambiamenti: la pesca, esercitata per decenni come mestiere (esigenza di sopravvivenza) diventa soprattutto passatempo (necessità di restare legati affettivamente al luogo) o divertimento (avvio dell'esperienza sportiva). Alcune figure tradizionali (lavandaie, barcaioli, pescatori di frodo) si diradano fino a, in certi casi, a scomparire nei decenni successivi. Anche l'ambiente si modifica: le escavazioni cominciano a funzionare su scale industriale, le rive del fiume si cementificano, compaiono i primi significativi casi di inquinamento. Ai racconti sull'inondazione del 1948 segue un'analisi giornalistica - con documenti inediti - sui fatti salienti accaduti prima e dopo l'alluvione del 1994: una testimonianza importante che potrà servire da monito per scongiurare danni.

Il volume è disponibile per la lettura on-line o per il download suddiviso per capitoli.





Copertina, retro, editore, siae Prefazione Cartine Indice Ringraziamenti
Traghetti e porti Le lavandaie e la lavorazione della canapa Povertà e forme di sopravvivenza
Sistemi di pesca e costruzione delle barche I pescatori di frodo Baracche agricole, mulini e orti
La gioventù alla conquista del quartiere Ritrovi, feste e sport Ristoranti e osterie
Le escavazioni La guerra e i partigiani Salvataggi e annegamenti
Voci sparse L'alluvione del 1948 L'alluvione del 1994 (Cronaca di un disastro quasi annunciato)




Atlante delle stragi Naziste e Fasciste in Italia

Nel 2009 il governo italiano e quello della Repubblica Federale Tedesca hanno insediato una Commissione storica congiunta (composta da 5 membri tedeschi e 5 membri italiani) con il mandato di elaborare un’analisi critica della storia e dell’esperienza comune durante la seconda guerra mondiale, così da contribuire alla creazione di una nuova cultura della memoria. A seguito delle raccomandazioni avanzate dalla Commissione nel dicembre 2012 a conclusione dei suoi lavori, il Governo della Repubblica Federale Tedesca si è impegnato a finanziare una serie di iniziative tese a valorizzare la storia e la memoria dei rapporti fra i due paesi nel corso del conflitto, con l’istituzione presso il Ministero federale degli affari esteri di un “Fondo italo-tedesco per il futuro”. Rientra fra queste iniziative la presente ricerca, promossa in collaborazione dall’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (INSMLI) e dall’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), che ha permesso di definire un quadro completo degli episodi di violenza contro i civili commessi dall’esercito tedesco e dai suoi alleati fascisti in Italia tra il 1943 e il 1945.

Vai al sito WebVai a…


Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 06 Settembre 2017 19:59 )
 
In ottemperanza all’obbligo di fatturazione in forma elettronica nei confronti delle Amministrazioni dello Stato, si comunica il CODICE FATTURAZIONE ELETTRONICA (IPA): UFKW7H necessario per emettere fatture all'ISRAT
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 11 Giugno 2015 10:12 )
 
Le foto su Flickr: Connessione agli Gli Album Fotografici ISRAT di Flickr Il profilo su Facebook: Connessione al profilo Facebook di Israt Canale Youtube: