• Home
  • Servizi
  • Videoteca

Email Stampa

Scheda dettaglio

vide000359
Archivio Video
Film
Porte aperte
Gianni Amelio
Una mattina del marzo 1937 a Palermo un uomo commette tre delitti. Freddamente uccide il superiore che lo ha licenziato, il sostituto e per finire sua moglie. Si fa trovare a casa e si farebbe tranquillamente condannare a morte, siamo in pieno fascismo, se non fosse che il giudice Vito Di Francesco decide di scavare a fondo nella vicenda per trovare attenuanti. Dal romanzo di Leonardo Sciascia, il film è un lucido resoconto sul potere, sulla giustizia e sulla passione. Con il lontano Processo alla città (1952) di Zampa è il miglior dramma giudiziario italiano. Molti premi tra cui il Felix 1990 per il miglior attore europeo a G.M. Volonté straordinario per misura e intensità. Tratto da un romanzo breve (1987), sceneggiato da G. Amelio con Vincenzo Cerami.
data_ora
22-05-2024 10:42:40