Sei qui: Home INIZIATIVE Giornata della Memoria 2015
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Giornata della Memoria 2015

Giornata della Memoria 2015GIORNATA DELLA MEMORIA 2015 - ATTIVITA' ED EVENTI

Martedì 20 gennaio, ore 21,00 Asti: serata A forza di essere vento – il razzismo e la deportazione contro gli zingari. Il progetto didattico vede coinvolti gli studenti del Cpia - Centro provinciale istruzione adulti e prevede la lettura ragionata del libro di Pino Petruzzelli, Non chiamarmi zingaro. La serata, a conclusione del progetto didattico (alfabetizzazione-insegnamento italiano agli stranieri), rappresenta un momento sia di ricostruzione storica che di riflessione sugli atteggiamenti discriminatori legati agli zingari, sulla storia di stereotipi e luoghi comuni, attraverso la lettura di testimonianze e la visione del video-documentario A forza di essere vento: lo sterminio nazista degli zingari.
LOCANDINA

Venerdì 23 gennaio, ore 21,00  Castello d'Annone: conferenza di Ornella Darova, mediatrice culturale, I regnicoli che dissero di no, dedicata alla resistenza albanese all'occupazione nazifascista.
Negli anni terribili della emanazione delle leggi razziali e poi dello sterminio di milioni di esseri umani, furono poche le voci che si levarono contro la disumanità di cui  Italia e Germania, per secoli culle di civiltà, si macchiarono esportandola nei territori coloniali prima e  in tutti i paesi occupati nei primi anni della seconda guerra mondiale poi.
Tante persone, rischiando la propria incolumità,  aiutarono singoli o intere famiglie a sfuggire alla deportazione ma solo un popolo, un intero popolo, si oppose alla barbarie. Un popolo, una Nazione che nonostante l’annessione al Regno d’Italia e all’occupazione militare non venne meno al suo Codice d’onore ancestrale, rifiutando ogni forma di denuncia e di successiva deportazione degli Ebrei.
LOCANDINA

Sabato 24  gennaio, ore 17,30 Asti: Tavola rotonda Enrica Jona il mestiere di testimone. In concomitanza con la mostra d’arte Eugenio Guglielminetti nella collezione di Enrica ed Elda Jona, organizzata dalla Fondazione Guglielminetti di Asti in cui sono stati esposti anche documenti e materiali sulla vita di Enrica Jona, ex deportata ad Auschwitz e sul suo ruolo di testimone della storia ebraica astigiana e della Shoah. La tavola rotonda vuole essere un momento di riflessione e di ricordo della vita delle sorelle Jona che hanno fatto del racconto della propria esperienza il loro impegno civico e didattico-educativo.
LOCANDINA

Domenica 25 gennaio:
- Asti, Sala Pastrone ore 16,30: Concerto a cura del Circolo Filarmonico Astigiano, Shtetl. Il villaggio ebraico dell’Europa dell’Est, quel mondo a tratti fantastico e avvolto da un fascino malinconico, rivive in questo spettacolo attraverso la musica klezmer, le canzoni in yiddish e i racconti, per narrare la tragedia delle vite spezzate. Costo del biglietto: € 10.
LOCANDINA CONCERTO
PIEGHEVOLE CONCERTO
- Viarigi, ore 16,00: L’internamento militare: presentazione del libro di Aldo Adorno e Silvia Alessio, Trentadue mesi – Un internato alla deriva dell’Europa.
ore 17,00: spettacolo teatrale Triangoli rossi, prodotto dall'Israt in collaborazione con il Tetro degli Acerbi. Lo spettacolo è tratto dal documentario Triangoli rossi: storie e memorie di deportati astigiani, raccolta di testimonianze che deportati astigiani hanno lasciato nel corso di questi anni in libri, memorie, dattiloscritti e in interviste inedite conservate presso l’archivio dell’Istituto. Attraverso immagini e parole lo spettatore viene accompagnato nella violenza quotidiana del sistema concentrazionario nazista dall'arresto fino alla Liberazione. Altre repliche ad Asti: per  le scuole 26-27-28 gennaio alle ore 9,30 e alle ore 11,30; 30 gennaio alle ore 11,30.

Martedì 27 gennaio:
- ore 10,00, Uni-Astiss: consegna medaglie al valore agli ex internati e incontro con le scuole astigiane. Organizza Prefettura di Asti.
- ore 10,30, Archivio di Stato di Asti: per le scuole superiori astigiane lezione-concerto di musica klezmer Shtetl. Il villaggio ebraico dell’Europa dell’Est, quel mondo a tratti fantastico e avvolto da un fascino malinconico, rivive in questo spettacolo attraverso la musica klezmer, le canzoni in yiddish e i racconti, per narrare la tragedia delle vite spezzate.
- ore 21, presso l’Arcoscenico, via Scarampi n. 20: spettacolo teatrale Il tunnel (la storia di Marie) con Monica Mana, regia di Sergio Danzi. Costo del biglietto: € 5.

Mercoledì 28 gennaio, a Villanova, si parlerà di Shoah partendo dalla “valigia della memoria” che i bambini della primaria hanno realizzato, soffermarsi non solo sulle esistenze rubate nei campi di concentramento, ma anche sugli oggetti di vita quotidiana di cui i deportati sono stati privati.  Alle 21, nella Chiesa dei Batù, riflessioni sul valore della memoria con Vincenzo Galliano (Isgrec, Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea) e intervento sulla deportazione razziale e politica nell’Astigiano con Nicoletta Fasano (Israt). LOCANDINA

Domenica 01 Febbraio ore 16:00, Refrancore (Locali della Biblioteca): Le voci della memoria: la deportazione politica astigiana"
Incontro dedicato alla deportazione politica nell'astigiano, visione documentario e dibattito.
LOCANDINA

Conferenze nei comuni e della provincia che ne faranno richiesta:
La deportazione razziale e politica dall’Astigiano: tempi, modalità, responsabili e vittime. Le conferenze sono a cura di Nicoletta Fasano e Mario Renosio

Per le scuole
1. Su richiesta degli insegnanti, verranno realizzati i seguenti percorsi didattici di approfondimento che si articoleranno in due o tre incontri ciascuno sui seguenti temi:

Il sistema concentrazionario nazista
- La dittatura nazista: fasi, meccanismi, caratteristiche
- Un nuovo progetto di società: contro gli oppositori politici, contro i “diversi”, contro le “razze inferiori”
- Fasi di sviluppo del sistema concentrazionario (1933-1945): funzioni, tipologie, vittime
- Contro i “diversi” per “razza”: dai ghetti alle fucilazioni di massa nell’Europa dell’Est ai campi di sterminio

Il “razzismo scientifico”: dall’eugenetica al progetto di stato razziale nazista
- Dal darwinismo alla nascita del “razzismo scientifico”
- Il movimento eugenetico: caratteri e sviluppi
- Il razzismo fascista ed il razzismo nazista
- Costruire lo stato razziale: in Germania contro i “diversi” e contro le “razze inferiori” (legislazione, strumenti, responsabili)

L’antisemitismo nella storia
- Dall’antigiudaismo religioso all’antisemitismo moderno
- La persecuzione degli ebrei nella storia
- La persecuzione degli ebrei durante il fascismo ed il nazismo: analogie e differenze
- Lo sterminio  degli ebrei: dai ghetti ai campi di sterminio
- La ripresa dell’antisemitismo oggi

I totalitarismi nel XX secolo
- L’Unione Sovietica di Stalin: fasi storiche del sistema di potere staliniano
- La Germania di Hitler: fasi, meccanismi, caratteristiche
- Il sistema dei Gulag (nascita, periodizzazione, vittime)
Differenze e similitudini con il sistema concentrazionario nazista

SETTIMANA DELLA MEMORIA PRESSO LA SCUOLA MEDIA “O. E L. JONA” DI ASTI
Presso la Scuola media Jona si svolgerà nel mese di marzo 2015 l’ormai abituale Settimana didattica della memoria, con lezioni frontali, esperienze di laboratorio, lettura e uso delle fonti, sempre sulle tematiche sopracitate.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 03 Febbraio 2015 10:43 )