Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Titolo:      Fascismo di provincia: il caso di Asti  
Codice:      publ000008
Autore:      AAVV
Periodo Pubblicazione:      1990
Edizione:      Cuneo, L’Arciere
Copertina:      cover
Descrizione:     

Fascismo di provincia: il caso di Asti
Atti del convegno storico, Asti 18-19 novembre 1988
AA.VV.

Il volume raccoglie gli atti del convegno tenuto ad Asti nell’88 e ricostruisce le caratteristiche specifiche che assume il fascismo nell'Astigiano, mettendo in luce come la storia locale contribuisca alla comprensione della storia generale, giacché consente di illuminare, attraverso uno studio puntuale delle fonti, le modalità e le connotazioni con le quali il fascismo, come ideologia e come struttura di potere, si rapporti con le componenti sociali e religiose della realtà astigiana e, in un certo senso, ne rimanga estraneo.
INDICE
Silvana Dameri, Saluto del Consiglio Regionale del Piemonte
Massimo Legnani, Pubblico e privato nell’economia italiana degli Anni Trenta
Nicola Tranfaglia, Coercizione e «consenso» nella dittatura italiana
Giovanni De Luna, Fascismo e mondo rurale in Piemonte. Il dibattito storiografico
Laurana Lajolo, Fascismo e società artigiana: ipotesi interpretativa e prospettive di ricerca
Giovanni Butrico, La formazione delle classi dominanti e la gestione del territorio dal 1918 al 1940
Lorenza Lorenzini, Genesi del fascismo alessandrino e astigiano: contesti economici, sociali e politici a confronto
Mario Giovana, Le origini dello squadrismo ad Asti e nell’Astigiano
Vittorio Rapetti, Caratteri dell’economia agricola astigiana tra le due guerre
APPENDICE 1
Giancarlo Subbrero (a cura di), Per una documentazione statistica su Asti e l’Astigiano. I censimenti della popolazione, dell’agricoltura e dell’industria (1911-1951)
Edoardo Angelino - Claudio Micca, Introduzione allo studio dell’economia in Asti nei primi quaranta anni del secolo
Emanuele Bruzzone, Propaganda politica e ruralismo: dagli scritti di un organizzatore sindacale fascista
Renato Bordone, La figura di Nicola Gabiani nel contesto culturale e amministrativo della città
Mariulia Voghino, L’organizzazione del consenso e le manifestazioni: la ripresa del Palio e le visite di Mussolini
Claudio Cavalla - Ferruccio Zanchettin, Aspetti della politica culturale: l’attività dell’Istituto di cultura fascista ed il ruolo di Fidia Gambetti
Luigi Berzano, Il tradizionalismo nel magistero e nella pratica pastorale della diocesi di Asti
APPENDICE 2
Giorgio Magnetti (a cura di), Cultura cattolica e comunità locale: Villanova. Scheda di ricognizione di un archivio privato
APPENDICE 3
Nicoletta Fasano (a cura di), Censimento della Prefettura di Alessandria al Ministero dell’interno sulle organizzazioni ed enti giovanili cattolici del circondario di Asti (ottobre 1929)
Maria Paola Villani , L’applicazione delle leggi razziali nella provincia di Asti
Maria Luisa Giribaldi, La campagna razziale nella stampa locale
G. Antonella Gianola - Mario Renosio, Movimento operaio. L’opposizione attiva allo squadrismo e l’impegno di resistenza al regime
APPENDICE 3
Breve sintesi statistica
Appendice
Elenco nominativo degli antifascisti astigiani schedati dal regime con relativi dati anagrafici e curriculum politico
Walter Crivellin, Un vescovo, la città, la guerra. La figura e l’opera di mons. Umberto Rossi
Agnese Argenta, Declino e fine del regime
APPENDICE 4
Agnese Argenta, Le carriere fasciste in provincia
Luigi Carimando - Nicoletta Fasano - Giuseppe Virciglio, Asti diventa provincia: il cambiamento per la tradizione
Paola Gho - Elisabetta Zambruno, Proposte di percorsi didattici: ipotesi di studio sul fascismo
Guido Quazza, Conclusioni

Le pubblicazioni dell'Istituto vengono distribuite gratuitamente all'utenza fino ad esaurimento scorte; inoltre chi fosse interessato può consultare e usufruirire del servizio di prestito gratuito.